Credere

Quando smetti di credere perdi sempre qualcosa.
Rimane il vuoto, l’abbandono, una malinconia.
È un lutto senza dolore, nessuna lacrima, solo rabbia.
Quando credi sei forte. Cammini sicuro su strade battute.
Di slancio voli oltre steccati, oltre i muri .
Superi fiumi e voragini.
Tutto è possibile a chi crede.
Quando smetti di credere sei solo.
Quando smetti di credere sei forte.
Quando smetti di credere inventi ogni giorno.
Quando smetti di credere …
Il gatto è accovacciato sul tombino fumante in mezzo alla strada,
c’è un cane legato che abbaia, lo vuole cacciare?, lo vuol spaventare?,
è gelosia per la libertà negata?, c’è la premura che scongiura il pericolo.
Il gatto impassibile lo guarda, immobile si gode il tepore in una notte gelida.
Una macchia arriva,
il gatto non si muove.
Il gatto scappa.
La macchina accelera.
La macchina frena.
Il cane abbaia.
Sono salita sulla vetta e ho visto il mondo: La gazzella corre, il caffè ribolle, lì piove. Un bambino tende la mano. La ragazza ride. C’è un pazzo che spara. Il decubito consuma.
Quando smetti di crede l’amore rimane.
Quando smetti di credere vedi altre verità.

M.B.