MONTEGROTTO TERME – storia e leggenda

SUL FILO DI BERTA

I MITI,  CHE FASCINO!

27 a.C. – 14 d.C.

Sotto i Romani la sacralità della zona termale restò intatta, ma cambiò, per così dire, aspetto. Non possedendo una vera e propria mitologia capace di fare da sostegno alla fede religiosa, i romani sentirono generalmente la religione come qualcosa di utile socialmente e politicamente, basata soprattutto sull’osservanza di precise norme di culto. Ecco perché la zona termale di Montegrotto cambiò aspetto in maniera tanto significativo: non più i sentieri e le macchie di alberi che abbiamo immaginato per le processioni di fedeli di quattro o cinque secoli prima, ma un vero e proprio centro mondano valorizzato, otre che dalla sua importanza intrinseca, anche dagli splendori dell’età di Augusto (27 a.C. – 14 d.C.), d’altronde delle acque termali di questa zona si era occupato almeno in due passi della sua Naturalis Historia anche Plinio il Vecchio, considerato un’autorità scientifica ala sui tempo…

View original post 940 altre parole