ELLEBRO

Sei nata a ridosso dei Santi, eri bella come lo sono i fiori d’inverno.
Sei cresciuta passo dopo passo e io lì a braccia tese per attutire le cadute.
Sei fiorita sfidando ogni fragilità, con determinazione, sudando ogni traguardo con la fame di successo e io lì a sostenere ogni tua scelta.
Sei partita in cerca del tuo spazio e io lì col dolore che mi spaccava il cuore ad aiutarti a fare la valigia di chi non torna.
Ti ho spinta ad andare perché non ti volevo perdere e son felice di saperti felice.
Ancora un po’ bambina sei diventata la donna che avrei voluto essere e ora che mi manchi ogni giorno di più non c’è niente che sento di rimproverarti. Sono fiera del tuo coraggio, della tua forza, della tua lucida volontà e sono sempre qui a braccia tese che aspetto di riabbracciarti un giorno.